nuova indicazioni per casi SARS-Covid a scuola

Si ritiene importante diffondere la nota tecnica con le nuove “Indicazioni per l’individuazione e la gestione dei contatti di casi di infezione da SARS-CoV-2 in ambito scolastico”.

  • Tempo zero (T0): prima possibile dal momento in cui si è stati informati dal referente scolastico COVID-19/dirigente scolastico/DdP. Se il risultato è negativo si può rientrare a scuola. Se invece è positivo, è necessario informare il DdP e il MMG/PLS e non si reca a scuola. Il referente scolastico COVID-19/dirigente scolastico sarà informato secondo le procedure adottate localmente per i casi positivi occorsi tra gli studenti e gli operatori scolastici. b.
  • Tempo 5 (T5): ulteriore test dopo 5 giorni dal momento T0 (es. il momento della comunicazione). Se il risultato è positivo, è necessario informare il DdP e il MMG/PLS e non recarsi a scuola. Il referente scolastico COVID-19/dirigente scolastico sarà informato secondo la procedura adottata localmente per i casi positivi occorsi tra gli studenti e gli operatori scolastici

Nota del Ministero.

Allegato 1
Allegato 2

Rientri dall’estero

Il DPCM 2 Marzo 2021 per la parte rientri da estero è prorogato al 31 dicembre 2021 in forza del Decreto Legge 23/07/2021 n.105
In base all’ art. 8 dell’ Ordinanza Ministero Salute 22 ottobre 2021, i bambini di età inferiore a 6 anni sono esentati dall’ effettuazione del test molecolare o antigenico ai fini dell’ingresso in Italia.
Inoltre, come indicato nell’Ordinanza MS 22 ottobre 2021:
il minore di 6 anni accompagnato da un genitore o dai genitori non sottoposti a quarantena o autoisolamento per motivi di viaggio, non è a sua volta sottoposto a quarantena o autoisolamento;
il minore di età pari o superiore ai 6 anni ma inferiore ai 12 anni (pertanto escluso dalla campagna vaccinale), anche se accompagnati, deve essere sottoposto a tampone, ove previsto per l’ingresso in Italia.